Il Porto di Torre a Mare

Archivio privato Carolina Blasi 2020.
Archivio privato Carolina Blasi 2020.

La zona del porto si chiamava โ€œBasso della pelosaโ€, a sud, e โ€œCala della Cancelleriaโ€, a nord. Cosรฌ ce la presenta nel 1926 il Ruocco, noto archeologo: “ho potuto direttamente riscontrare anche sulla grande scogliera di torre pelosa, villaggio che degrada a mare, delle tombe quasi simili a grosse buche ove gli stessi marinai del luogo mi confermavano esservi a loro ricordo escavate ossa umane e suppellettile rozza funeraria”.

Archivio privato Carolina Blasi 2020
Archivio privato Carolina Blasi 2020

Le opere per la sistemazione del porto, iniziate nel 1920, si proponevano il duplice fine sia di ripararlo dai venti di nord-est e greco-levante che di eliminare il grande accumulo di alghe, causa dellโ€™insorgenza della malaria al tempo infestante.

Video Foto Mimino
Archivio privato Carolina Blasi 2020

Successivamente, ad ulteriore protezione, a fine anni Sessanta, fu eretto il muraglione a ridosso della grande scogliera.

Sulla sua superficie รจ stata apposta una targa dedicata a San Nicola.

Archivio privato Carolina Blasi 2020

Archivio privato Carolina Blasi 2020

La Piazza del porto รจ stata istituita il 29 aprile 2001 in occasione della riqualificazione di Piazza della Torre e dei giardini pubblici.

Questo anno, a cura della Associazione โ€œTorre a Mare Insiemeโ€, il 6 dicembre 2019, si รจ tenuta la manifestazione โ€œSan Nicola va per mareโ€, progetto della Rete Civica Urbana โ€œSang Tโ€™amโ€ di San Giorgio โ€“ Torre a Mare del Comune di Bari, con lo sbarco del Santo accolto dal suono degli zampognari e dai cittadini convenuti.

Un tuffo nel Passato

Video Foto Mimino
Video Foto Mimino
Video Foto Mimino
Video Foto Mimino
Video Foto Mimino
Video Foto Mimino

Una visita insolita

Video foto Mimno